lunedì 19 febbraio 2018

WOW

Massimo Varini presenta questa nuova linea Eko , le wow , chitarre di alta fascia per il marchio nostrano ( sembra che si attesteranno intorno ai 1500 euro , dipende dai legni ) come la Pigini che Ferrini ci ha mostrato tante volte . Tre 018 con Koa, ovangkol e cocobolo e una dread in mogano per fondi e fasce . I top sono in abete italiano molto bello alla vista . Varini è dotato di un eloquio da venditore consumato , ma anche da profondo conoscitore di chitarre che oltre a suonarle ( bene ) le progetta e seleziona . Ovviamente ogni scarrafone ecc ecc Queste sono opera di Fontanot , non elettrificate , a scala corta e a prima vista molto ben curate . Il suono , parte fondamentale ovviamente , dobbiamo coglierlo da questo video , ma sembra aver usato dei buoni sistemi di ripresa che fanno apprezzare le diversità , le peculiarità e il carattere di tutte le chitarre del video . Non le ho provate , Eko non mi entusiasma , ma forse solo per un suo passato forse storico ma mai abbastanza glorioso . Però credo che abbia fatto passi in avanti importanti , e se dovessi imbattermi in una di queste wow la proverei senza preconcetti . Io una mia preferita l'ho individuata , e voi ?

Vi lascio il link perchè impossibile incorporare i codici di condivisione . Per ora.
https://www.youtube.com/watch?v=qs5JV2cAfJ0



sabato 17 febbraio 2018

Sulla taratura degli igrometri

Ovvero "le fisime di un ingegnere".
Dopo aver acquistato altri due igrometri digitali, piuttosto economici, ho deciso fare il test del sale in maniera un po' più rigorosa. Mi frullava in testa che fare il test in un solo punto di misurazione (con il cloruro di sodio, sale da cucina, che mantiene una umidità relativa del 75%) non è molto affidabile, in quanto la curva di taratura di uno strumento di misura può avere pendenze che variano a secondo del trasduttore, quindi sono necessari almeno due punti di calibrazione.

mercoledì 14 febbraio 2018

Buon San Valentino! Nuovo Singolo

Carissimi cookers, ero indeciso se scrivere, vista la mia lunga assenza, ma seguo l'invito dell'amico Stefano e quindi pubblico! L'assenza è dovuta al fatto che ho passato l'ultimo anno a scrivere, arrangiare e poi registrare, oltre ovviamente l'attività live. Ma vi ho letto :) In ogni modo, è appena uscito il mio nuovo singolo, che anticipa l'album omonimo " Ho deciso di non amarti più". E' il mio secondo disco e devo dire che sono molto soddisfatto del risultato. Più ricco musicalmente del primo senza dubbio, sulla qualità dei testi e delle musiche però,non tocca me a giudicare! Non so quanto questa canzone sia rappresentativa, nel disco ci saranno sonorità molto acustiche, pop ed elettroniche. Ci tengo a precisare che nel disco, questa canzone sarà più lunga, per esigenze di video ho dovuto tagliare un solo di chitarra e praticamente oltre un minuto di musica!! Fatemi sapere che ne pensate, mi farebbe molto piacere. Un abbraccio a tutti!

domenica 11 febbraio 2018

Julia

Quanta bellezza e talento,  tutto insieme in questa ragazza...
Credo che ormai mi siano rimasti tre o quattro ormoni in tutto, però questa Julia è capace di muovermeli tutti...
Ah! Quant'è bella giovinezza che si fugge tuttavia ecc ecc..


mercoledì 7 febbraio 2018

Sweet Cecilia - Orphan Brigade cover

Questa v-jam ha avuto un parto difficile , settimane a rincorrere prima il testo , poi le tracce , gli ascolti interminabili , la pignoleria di Andrea , le mie orecchie in pappa e un mix che non ne voleva sapere di venire fuori . Alla fine abbiamo trovato poco fa la quadra , spero che tutto questo lavoro sia valso a sfornare un prodotto decente , noi ce l'abbiamo messa tutta e crediamo sia un buon ascolto .

venerdì 2 febbraio 2018

A smooth one

Sono giorni che guardo questo filmato. Riesce a strapparmi un sorriso di ammirazione anche nelle giornate più storte e difficili. Cosa si può fare con due chitarre! Avevo già postato la versione di TE con Martin Taylor, ma questa va oltre per spontaneità e leggerezza. Groove prodigioso e pura gioia che esce da ogni nota. Come si fa a stare fermi? Grandi, grandissimi!


giovedì 1 febbraio 2018

The ballad of the dreadnought

Poi dite che non vi faccio mai regali... Una quarantina di minuti godibilissimi , persino da chi come me mastica poco l'inglese ( più che altro lo pijo a mozzichi ).
Il tubo e martin me l'hanno segnalato , dopo averlo visto non potevo non condividerlo . Eppoi basta il trichecone nei primi fotogrammi a farne valere la pena :-)))))))



sabato 27 gennaio 2018

Taylor reinventa il bracing.



E va bene, si ricomincia daccapo.
Andy Powers, capo progettista di Taylor, mette in discussione il caposaldo dell'X-Bracing inventato da Christian Frederick Martin più di centocinquanta anni fa e introduce il V-Bracing. Secondo Powers questa innovazione (o piuttosto rivisitazione?...) permette di superare il compromesso tra rigidità e flessibilità della tavola armonica imposto dal vecchio sistema, per aprire la strada a nuove chitarre in grado di esaltare contemporaneamente i due opposti del compromesso - sustain e volume - e di garantire una perfetta intonazione lungo tutta la tastiera.
Per ora il nuovo V-Bracing è disponibile solo sulle Taylor di alta gamma presentate all'ultimo NAMM. Ovviamente le caratteristiche sonore di questo V-Class Bracing sono difficilmente valutabili attraverso un filmato sul Tubo.
Al netto di eventuali post-produzioni audio, il suono sembra potente, ricco e molto ben dettagliato, ma per valutare i reali vantaggi di questa innovazione occorre una prova dal vivo. In quel di Modena una di queste nuove Taylor arriverà di sicuro, il Dott. Brugola è allertato!