sabato 22 luglio 2017

Non è un chitarra ma un'orchestra di archi in uno strumento.....

Anche se non si tratta di una chitarra, questo strumento mi ha impressionato, è un incrocio tra una ghironda ed un violino, e chissà cos'altro ci trovate voi.... insomma per dirla in parole povere, chi lo ha costruito, è riuscito a concentrare una intera orchestra di archi in uno strumento solo, visto così, è complicato assai, e penso che per riuscire a tirarci fuori qualche cosa di intellegibile, almeno per me, ci vorrebbero anni, figuriamoci per accordarlo, da quello che ho capito si chiama : Nickelharpa, ma non so chi lo ha inventato, e sopratutto da quanto esiste, so solo che mi ha lasciato a bocca aperta, se riuscite a scoprire qualche informazione in più, tenetemi aggiornato, per ora gustatevi sto video... ;-)



venerdì 21 luglio 2017

UN PAESE A SEI CORDE - OMAGGIO A SYD BARRETT

Ciao,
non sono sparita ma c'è un accumulo di lavoro concentrato in questo mese mannaggia!

Comunque, in attesa di ospitare alcuni "Fingercookers" qui sul lago d'Orta, vi segnalo, per chi puo', questo appuntamento:

Sabato 29 luglio - ore 21.00 - PELLA - Piazza Motta
Concerto in coproduzione con AMENOBLUES.

OMAGGIO A SYD BARRETT

Paolo Giordano (chitarre) & Silly Crime (Aldo Leandro, batteria - Simona Capozucco, voce - Walter Robuffo, bassoelettrico / contrabasso - Angelo Trabucco, piano / tastiere).

Il progetto si snoda attraverso la narrazione musical-letteraria della vita e dell'arte di Syd Barrett.

Qui sotto la location :)

Il Lago d'Orta da Piazza Motta - Pella


giovedì 20 luglio 2017

Le scatolette di mogano, il Diavolo se le porti

Buonasera Cookers.. l'avventura della conoscenza (se non del sapere tout court) deve sempre essere pronta ad abbandonare i pregiudizi di ogni genere, specie e grado. Mi imbatto in questa Fairbanks F-LG interamente in mogano e la propongo così, al brucio..




Non nascondo che scrivo MOGANO e, soprattutto, LG per stuzzicare Mirco e la sua ostinata avversione verso questo genere di espressioni chitarristiche, confidando nel fatto che continuerà a volermi bene. Eh, Perry? 😎


È in realtà un modo per piantarla con l'idea che le chitarre piccole suonino inscatolate e che il mogano sia meno 'frizzante' del palissandro e che bla bla bla... ad libitum sfumando.

mercoledì 19 luglio 2017

Ballando con...Hamilton de Hollanda


Ieri sera nella piazza principale di Reggio un grande e coinvolgente concertone brasiliano con il più grande virtuoso del mandolino e un supergruppo carioca, con batteria, percussioni, contrabbasso, chitarra, tromba, fisarmonica, sax, flauto e persino l’ottavino.
Il repertorio non era quello del brasile malinconico della bossanova (anche se hanno suonato una bellissima versione di Chega de saudade), ma un repertorio più allegro, tutto da ballare, con ritmiche indiavolate, armonie più semplici ma mai banali.
Su tutti il funambolico mandolino a dieci corde di Hamilton de Hollanda, un musicista e un personaggio straordinario. Lo strumento era sparato dritto dentro un Twin Reverb e sovrastava (a volume a volte un po’ troppo alto) tutto l’ensemble. I musicisti, specie il sassofonista e flautista, ma anche il contrabbassista (Guto Wirtti, musicista fra i più apprezzati nel jazz brasiliano) erano di altissimo livello, ma il talento e il virtuosismo di Hamilton era addirittura prorompente, veramente questo è un musicista eccezionale, improvvisava con una intensità, un controllo e un senso del ritmo da rimanere basiti, entrando e uscendo dalla tonalità come solo i più grandi jazzisti sanno fare.  Un grande concerto che ha coinvolto il pubblico (c’era chi ballava sul sagrato della cattedrale), con una chicca finale, nell’ultimo pezzo i musicisti sono scesi uno alla volta dal palco, e hanno finito cantando fra la folla (il concerto era gratuito) e accompagnandosi con piccole percussioni.  E’ bello restare ancora una volta stupiti di come la musica possa coinvolgere e unire la gente.


Nuova Martin D28


C.F. Martin ha presentato la nuova D28 al summer NAMM. Anche la storica dread, alfiere della casa di Nazareth, si cambia d'abito con un restyling in chiave vintage, come già successo alla sorella D18.
Le modifiche sono prevalentemente estetiche, ma non mancano alcune novità strutturali di rilievo. Stessi legni con nuove finiture: top con ageing toner, battipenna tartarugato, filetti avorio e meccaniche aperte butterbean. Ma il manico ha ora un capotasto da 1-3/4 e l' X-bracing è farward shifted, come sempre non scalloped ma leggermente spostato verso la buca. Come suonerà allora la nuova D28?
Sarebbe ancora presto per dirlo, visto che l'unico esemplare al momento disponibile è quello presentato al NAMM, ma in rete gira già un ottimo confronto tra vecchia e nuova D28 realizzato da Spoon Phillips direttamente alla Martin! (Quest'uomo deve avere parecchi santi in paradiso...). Dunque possiamo già esprimere un parere.
Quale preferite?



martedì 18 luglio 2017

Waiting at the Chandos

Era parecchio che il mio amico tutubiano teutone non pubblicava qualcosa ( ve l'ho già presentato , anche in duo ) ed eccolo riapparire con un rifacimento di un vecchio pezzo suonato con una parlor Loef "Ole" , gran bella chitarrina . Al netto dei soliti dubbi sulla registrazione , a me le piccoline piacciono sempre di più...

lunedì 17 luglio 2017

The Sound Of Silence


Ciao amici ,vi lascio il mio nuovo video sperando vi piaccia , il brano è The sound of silence di Simon & Garfunkel.


Concerto Roger Hodgson allo Scalo Milano Style

Domenica sono andato al concerto di Roger Hodgson alo Scalo Milano Style che è un villaggio outlet tipo quello di Serravalle Scrivia e si trova appena fuori Milano.
Il concerto era gratis offerto dal villaggio commerciale.
Ho fatto un solo video perché non volevo stare tutto il tempo con il cellulare in aria.



Ma prima del concerto...uno spuntino!