giovedì 21 settembre 2017

Donatello Pisanello

Si guarda sempre troppo lontano , e alla fine restano cose e persone sotto ai tuoi occhi che ignori totalmente . Spulciando la lista autori ho notato questo nome , Donatello Pisanello , che non riuscivo a collocare . Visto che ha il simbolo google vicino , lo clicco e entro nel suo spazio . Poche righe e salta la curiosità a mille : vado sul tubo e cerco , e non è difficile trovare più di un video . E da quelli al suo sito e il suo blog , e a tante altre notizie che tracciano la sua figura di polistrumentista impegnato nella diffusione della tradizione salentina . Chitarrista , mandolista ma soprattutto organettista , ecco il nostro Donatello . Sono contento sia capitato qui da noi , ancor di più se si appalesasse e ci raccontasse un po' della sua storia , che da quello che ho intuito ne avrebbe di cose da dirci...

Qui in veste di chitarrista con una chitarra di liuteria copia di una martin del 1918





martedì 19 settembre 2017

le parlor Collings

Per rimanere in tema "piccoline " , girando in rete ho visto sul sito Collings la sua produzione di parlor , con scala da 24,7" e manico a V .
Ci sono la 1-T
e poi la 2h-T
Ma quella che mi ha colpito , e di cui ho trovato un video , e la nuova 1Mh-T

la paletta è bellissima...

Sul sito trovate tutte le specifiche , qui la potete sentire , ed è un bel sentire...


giovedì 14 settembre 2017

Nuove Martin 0-18 e 00-18

Ieri per caso (o per serendipità!) sono incappato in un articolo di acousticguitar.com che mi ha fatto battere forte il cuore: http://acousticguitar.com/review-martin-guitar-0-18/ 
Ed ho così scoperto che Martin ha deciso di rimettere in pista le piccole della serie 18 in versione aggiornata, che adesso vanno a far parte della serie Standard.
Se per la doppio zero abbiamo aspettato tutto sommato pochi anni dal ritiro della celebratissima 00-18v, una 0-18 (al netto di versioni custom) non si vedeva in catalogo da oltre 20 anni.
Le nuove arrivate sono concepite con tutte quelle caratteristiche che a noi piacciono tanto: in primis la larghezza al capotasto di 1 e 3/4, catene scalloped e ponte e tastiera in ebano. Eppoi, meccaniche aperte, battipenna tartarugato, perchè ci fanno tanto una bella figura.

Qui un confronto tdi Maury's Music tra le nuove 0-18 e 00-18:

E dalle mie parti è subito scattato l'allarme per una fuga di GAS.

domenica 10 settembre 2017

Dieci giorni senza chitarra

Per me sono tanti, tantissimi. Anche quando vado in vacanza il posto per una chitarra deve saltare fuori, se no non parto (è per questo che ho comprato una auto che sembra un furgone). C'è solo un posto dove non riesco a portarmela dietro: l'ospedale.
E infatti è lì che sono stato.
Il problema per il quale ero stato ricoverato dieci giorni fa, si è rivelato del tutto occasionale e non meritevole di alcuna terapia. Ampiamente e naturalmente superato.
Però...però....però..mentre facevano prelievi, tac e risonanza magnetica hanno visto una cosetta appollaiata sulla sommità del rene destro. Essendo un reparto di gastro-enterologia hanno chiesto la consulenza di un urologo. Il colloquio è stato il seguente:

"Buongiorno sono il dott. Pinco Pallino. Ma lei è il chitarrista?"
(con la stessa deferenza che se avesse detto "ma lei è Eric Clapton?")
"Eheemmm... (immediatamente e visibilmente più gonfio)  si, sono io"
"Ma che piacere conoscerla!"
(stavo per dire che non ricambiavo affatto ma ho finto una sorridente e spudorata cordialità)
Dopo qualche convenevole:
"Be' dottore che mi deve dire?"
"Ecco...negli esami, sopratutto con la risonanza, è stato notato un piccolo corpo, una piccola massa..." (ci sono molti termini per non dire "tumore" e i dottori li conoscono tutti)
"Un tumore?"
"Ehmmm...ebbene si è un tumore non sappiamo di che tipo, ma è piccolo, circoscritto e ben operabile"
Fra me e me ho pensato solo: CAZZO

Per farla breve: mi operano entro trenta giorni nel nuovo ospedale di Baggiovara (località vicino a Modena) e, dato che dispongono di sale operatorie avveniristiche, l'intervento sarà eseguito da un robot per la scarsa accessibilita del sito operatorio. Fantastico, sembra Guerre Stellari. Speriamo solo che nessuno inciampi nel filo della corrente staccandogli la spina mentre sono sotto.

Adesso vado a suonare le mie chitarre, tutte, una dopo l'altra e poi ricomincio e per un po' forse non mi sentirete. Mi ha preso una smania di tenerle in mano che non vi dico...



giovedì 7 settembre 2017

SONO FELICISSIMO!!!!

Oggi mio figlio, mi ha spedito una registrazione audio fatta da lui, ha imparato (da solo), Black Bird, certo una versione un po' scarna, ma ha fatto tutto da solo!!! Sono contento come un bambino a cui hanno regalato una scatola di lego! Non vedo l'ora di rientrare per ascoltarlo dal vivo. Tutto qui...volevo condividere con voi la mia felicità

lunedì 4 settembre 2017

SAVAREZ al Paese a Sei Corde

Carissimi, sabato 9 settembre si ripeterà per il secondo anno l'evento organizzato insieme alla Savarez String.
Qui di seguito i dettagli, testo del comunicato stampa che sto distribuendo.
Ci saranno anche i fratelli Chatelier, che amate tanto, e si potranno provare le loro chitarre!
Baci.
Manu.

--

LA GIORNATA DALLE 1000 CORDE SAVAREZ
" FOLIE D'ITALIE"
Sabato 9 Settembre dalle 17.00 - Museo Tornielli -AMENO-Lago d’Orta (No)

La rassegna musicale Un Paese a Sei Corde organizza, in collaborazione con Savarez Strings, azienda francese con oltre 250 anni di storia e leader mondiale nella produzione di corde per chitarra,  una giornata speciale, in collaborazione anche con l’associazione Fingerstyle Life e il Comune di Ameno.

Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 musicisti e amici si incontreranno per parlare e ascoltare insieme musica di altissima qualità.
Il Presidente dell'azienda Bernard Maillot presenterà personalmente tutta la produzione di corde Savarez per chitarra, classica ed acustica, e le novità.
Parteciperanno musicisti testimonials internazionali del marchio, con dimostrazione dei prodotti nel pomeriggio e diverse esibizioni la sera.
Sarà un’opportunità per cogliere le differenze e le sfumature sonore di strumenti a corda di grande prestigio.
Inoltre, nella sala consigliare con ingresso a lato dell’ingresso del museo, sarà visitabile una esposizione delle chitarre dei liutai Chatelier Frères, Alessio Guarnieri, Aldo Illotta, Massimo Mizia, che i visitatori potranno provare.

Alle ore 21.00 concerto con gli endorser Savarez Strings:
TRIO FRANCERIES (Eric Franceries - chitarra, Chloé Franceries - flauto, Vincent Franceries – percussioni),
DARIO FORNARA,
TRIO LUC FENOLI (Luc Fenoli - chitarra, Mickael Berthelemy - organo, Jerome Achat – batteria),
TRIO MÖRGLBL (Christophe Godin - chitarra elettrica, Ivan Rougny - basso, Aurélien Ouzoulias – batteria).

Ingresso libero.

sabato 2 settembre 2017

Fiato Alle Corde: Giovanni Palombo all'Auditorium



Ciao cookers , tornato ieri notte dalla sempre fantastica Sardegna , ho trovato pile e pile di mail non lette , tra cui una di Giovanni che mi comunica questo concerto all'Auditorium parco della musica . Posto notevole per ascoltare al meglio , a Roma , la musica . ecco il link alla locandina :
http://www.auditorium.com/eventi/ricerca?input=EV_6220167
Sembrerebbe una serata molto interessante , se posso ci andrò  volentieri . Il costo è di 15 euro , ma se comunico a Giovanni qualche nome potrebbe esserci uno sconto.
Per il resto , a breve scriverò qualcosa di postvacanziero , ho visitato posti davvero bellissimi che forse mi hanno ispirato qualcosa. Vediamo se connetto le emozioni con le dita...

mercoledì 23 agosto 2017

Dal mio punto di vista :)

Ero molto emozionata al pensiero di ospitare un "raduno" di musicisti e preoccupata per le aspettative nei confronti del concerto al Sacro Monte e delle cibarie :DD
In genere quando ci si aspetta molto si rimane delusi...
Già come mi sono presentata - in tenuta da giardinaggio e struccatissima - non è stato il miglior biglietto da visita, ma se gli Ospiti si presentano 1 ora prima... :DD
Subito si è consumato uno psicodramma in giardino perchè ho sofferto molto nel vedere una farfalla che si era fatta male...


I ragazzi scalpitavano, non stavano più nella pelle e subito si vogliono "testare" nuovi strumenti...


Dopo il pranzo al Lido di Gozzano, con vista sul lago, i ragazzi visitano Orta San Giulio mentre accompagno la mia amica ad Arona a prendere il treno per rientrare a Milano. Ci si trova poi al Sacro Monte dove faceva un caldo barbino, ero preoccupatissima... ho pensato bene di fare le foto di gruppo PRIMA del concerto, così erano tutti sorridenti, non sapevo come sarebbe andata poi...




Ecco i tre musicisti che si sono esibiti, ho letto che è piaciuto molto e sono contenta, è stata davvero una bella esperienza anche per me e anche gli organizzatori (Lidia e Domenico) sono stati contenti perchè non era mai stata provata prima una cosa del genere.





Dopo la doccia si sale al Mottarone per la cena, un bel freschino ci attende e anche qui ero molto preoccupata per le aspettative sulle cibarie...


Polenta con luganega, formaggio, cervo, tapulone (carne macinata di asino stufata, è un piatto piemontese), qualcuno si è avventurato sulla zuppa di cipolla... Sembra che tutti siano rimasti soddisfatti :DDD

Queste erano DUE porzioni di polenta al formaggio, ne abbiamo mangiato in 4...
La sera i ragazzi han tentato di mettere insieme due note, qualcuno ha tentato di fare il secessionista...


Poi tutti in casa onde evitare proteste dei vicini...



La mattina, dopo colazione, hanno ingranato un po' di più :)


Ho caricato tre mini-filmatini su you tube: Video 1Video 2Video 3

E' stato un bel fine settimana e se vi siete divertiti potreste renderlo un appuntamento fisso, i concerti sono sempre tanti, tra giugno e settembre, e non c'è che l'imbarazzo della scelta.
Spero che anche per voi il bilancio generale sia stato positivo :)
A presto!